Gatti Sacri di Birmania

La leggenda del Sacro di Birmania

la leggenda del gatto Sacro di BirmaniaIn origine questi gatti erano bianchi con occhi gialli e vivevano nei templi Birmani dedicati a una bella dea d'oro, dagli occhi di zaffiro, Tsun Kyan Kse.

Un giorno il sommo sacerdote Mun Ha fu ucciso da alcuni saccheggiatori.

Nell'istante della sua morte, Sinh, uno dei gatti bianchi che stava sempre al suo fianco, si accucciò sulla testa del sacerdote e la sua pelliccia bianca divenne dorata come la luce radiosa emessa dalla dea che gli trasmise anche i suoi occhi blu.

Le zampe, il muso e la coda virarono al color bruno vellutato della terra; e solo le parti del corpo a contatto del defunto rimasero bianche, ricordando la purezza del maestro.

Il mattino successivo tutti i cento gatti bianchi del tempio diventarono come Sinh e furono protetti: erano sacri.

 
 
[chi siamo] [Sacro di Birmania] [nostri gatti] [cuccioli]
 
  [guestbook] [link] [FAQ] [sitemap] [contatti]  

© 2001- www.birman.it - Questo sito non utilizza Cookies - Privacy e note legali

Visita anche: GattoNet ¦ cucinare.it.eu.org ¦ Il mio cane ¦ Reiki Torino

Valid HTML 5 CSS Valido!